cosa vedere in Messico

Cosa vedere in Messico

Cosa vedere in Messico? A chiederselo sono i tanti viaggiatori, che scelgono per le loro vacanze questo paese, uno dei luoghi più visitati e variegati al mondo. Naturalmente, se intendi farti un’idea più completa delle culture, degli ambienti e dei paesaggi che offre, avrai bisogno di almeno 15 giorni!

Accertati inoltre di avere una buona assicurazione di viaggio internazionale che ti dia la tranquillità necessaria per la tua vacanza in Messico e parti senza pensieri.

 

Chiedi un preventivo

 

Ma ora scopriamo insieme cosa vedere in Messico e quali sono le principali destinazioni turistiche in Messico.

Cosa vedere in Messico in 15 giorni

Ecco di seguito una lista di cosa vedere in Messico in 15 giorni:

  • Città del Messico
  • Chiapas e canyon del Sumidero
  • Merida
  • Quintana Roo
  • Veracruz
  • Tulum

Città del Messico – Giorni 1 e 2

Citta del Messico

Se ti stai chiedendo cosa visitare in Messico, sappi che almeno un paio di giorni vanno assolutamente dedicati alla capitale del Paese. Città del Messico, infatti, stupisce con i suoi monumenti e le sue innumerevoli opportunità di svago. Gli appassionati delle opere e della vita di Frida Kahlo dovrebbero fare un salto a Casa Azul, il museo-casa che ne racconta le vicissitudini e nella quale è vissuta insieme al marito Diego Rivera. Situato nel sobborgo di Coyoacán, trasmette tutta l’essenza di quest’artista. Impossibile non fare una sosta e scattare qualche foto ricordo a El Zócalo, la piazza più rappresentativa della città, dominata dalla cattedrale e spesso palcoscenico di importanti eventi politici e culturali. Per staccare la spina dal caos della metropoli, suggeriamo una capatina al Parque México, uno dei più belli ed estesi della capitale, situato nel quartiere di La Condesa. Ideale per una passeggiata rilassante e per una colazione sostanziosa, è un’area ricca di viali alberati, attorniata di palazzi eleganti e edifici in stile Art Nouveau. Un’altra delle cose da non perdere è il castello di Chapultepec, residenza imperiale situata sulla sommità di un colle considerato sacro dagli Aztechi. Possiede un aspetto regale, con i suoi giardini sfarzosi e la vista imperdibile sulle montagne circostanti.

Chiapas e canyon del Sumidero – Giorni 3 e 4

Chiapas Messico

Tra le cose da vedere in Messico in 15 giorni non può mancare il Chiapas, una regione situata al confine col Guatemala. Qui, l’acqua, le foreste, le rovine Maya e le architetture coloniali sono protagoniste assolute della scena. Cristóbal de las Casas, antica capitale del Chiapas, è ricca di vicoletti, chiese barocche e tradizioni tribali più vive che mai. Da qui è possibile raggiungere tutte le località note, tra cui il sito maya di Palenque, che sembra letteralmente uscito da un racconto di avventura. Le sue rovine sono immerse nella rigogliosa foresta tropicale e ospitano alcuni dei monumenti più affascinanti del Messico. Tra le principali destinazioni turistiche in Messico figura il Canyon del Sumidero, con le sue pareti verticali e i salti del fiume Grijalva, circondato da alcune formazioni rocciose in grado di lasciare letteralmente senza fiato. Non stupisce che si tratti della meta più gettonata del Chiapas.

Merida – Giorni 5 e 6

Merida Messico

Definita la perla dello Yucatan, Merida è il cuore pulsante della regione. È una delle prime cose da vedere in Messico, in virtù degli splendidi palazzi coloniali e dei tantissimi ristorantini specializzati nella comida yucateca, la cucina tipica locale. Molti edifici situati qui, inclusi quelli affacciati su Plaza Mayor, furono costruiti nel periodo coloniale, tra XVIII e XIX secolo. Tra questi spicca la Catedral de San Ildefonso, la più antica dell’America Latina. Risalente agli inizi del 1500, venne costruita utilizzando le pietre provenienti dalle rovine delle piramidi e dei templi maya. La Plaza Mayor di Mérida è splendida e affollatissima ed è il luogo perfetto per gustare le marquesitas, crêpes ripiene di formaggio, e le champolas, una specie di gelato amatissimo da grandi e piccini. Ispirato ai boulevard francesi, Paseo de Montejo è il corso che taglia in due la città: alberato e ricco di palazzi eleganti, è il luogo più glamour della città, con i suoi ristoranti, boutique alla moda e musei.

Quintana Roo – Giorni 7, 8 e 9

Se ti stai chiedendo cosa vedere in Messico in 15 giorni, sappi che il Quintana Roo, lo stato più giovane del Paese, non può assolutamente mancare nella tua lista. È situato nella parte meridionale della penisola dello Yucatan e deve il suo nome al patriota Andréas Quintana Roo. Grazie allo sviluppo di Cancun, è diventato uno degli stati con il più alto tasso di crescita, sia economica che demografica. La regione vive soprattutto di turismo, grazie alle sue spiagge caraibiche: tra tutte, vale la pena ricordare Bacalar, Playa del Carmen e Cancun. Inoltre, tra i siti archeologici più visitati figurano Tulum e Cobà. Quest’ultimo è letteralmente immerso nella giungla, in un’area in cui non è raro imbattersi in giaguari e altri animali. Da non perdere neanche Isla Mujeres e Isla Cozumel. La prima, lunga circa 7 km e ricca di casette basse e colorate, è un autentico paradiso terrestre, un atollo incontaminato nel quale dedicarsi allo snorkeling. Qui figura anche uno splendido museo subacqueo curato dall’artista britannico Jason deCaires Taylor, nel quale ammirare alcune delle sue opere più famose alla profondità di circa 8 metri.

Veracruz – Giorni 10, 11 e 12

Cosa visitare in Messico? Nota anche come “El puerto”, Veracruz è una città vivace e colorata, sede del più grande porto del Paese. Per tale motivo, è un autentico melting pot di culture diverse. Questo mix si sperimenta anche nella cucina e nella musica, che mostrano evidenti influenze spagnole, indigene e afro-cubane. Veracruz sorge sul Golfo del Messico e possiede spiagge meravigliose, tra cui Chachalacas. In centro è facile incappare nei concerti dei Mariachi, gruppi tradizionali che suonano e cantano per i turisti. Da non perdere la fortezza di San Juan de Ulua, edificata nel 1582 e ricca di oggetti e documenti risalenti alla storia coloniale. Bellissima anche la Cattedrale, con la sua torre alta 40 metri. Il molo cittadino, El Malecón, è perfetto per una passeggiata serale: offre tantissimi locali, bar e negozi ed è spesso teatro di spettacoli folkloristici. Un soggiorno in loco non può escludere una visita all’acquario, uno dei più grandi del Sud America.

Tulum – Giorni 13, 14 e 15

Tulum Messico

Tulum è uno dei siti archeologici più suggestivi al mondo ed è senza dubbio una delle cose da vedere in Messico. Il sito non è estesissimo ma è davvero imperdibile: offre l’opportunità di fare il bagno e ammirare dall’alto delle mura una linea di costa meravigliosa. Il nome Tulum, in lingua maya, vuol dire “muraglia” e ricorda la sua lunga cinta muraria. Fu una delle pochissime città Maya dotate di un muro di cinta, realizzato per proteggere le ricchezze di cui era dotata e le merci che giungevano qui via mare. Il sito archeologico di Tulum si trova all’interno dell’omonimo Parco Nazionale, che può essere aggiunto alla lista delle cose da vedere in Messico in 15 giorni. La piramide, detta El Castillo, è il monumento più rappresentativo. Altro edificio importante è il tempio degli affreschi, risalente al 1450 e utilizzato come osservatorio celeste.

Per saperne di più, puoi leggere anche i nostri consigli su cosa vedere a Tulum.

Consigli per visitare il Messico

  • Sicurezza: La situazione di sicurezza nel paese è condizionata dalla diffusione della delinquenza comune ed organizzata. Nella Capitale si possono verificare furti e rapine, in particolare nei luoghi affollati. Le zone turistiche sono generalmente più tranquille ma è sempre bene evitare di uscire con oggetti di valori addosso e di addentrarsi in aree poco sicure da soli e specialmente di notte.
  • Clima: il periodo preferibile per visitare il Paese è senza dubbio quello compreso tra dicembre e marzo. Durante i mesi invernali il caldo e l’umidità offrono una tregua, così come gli uragani, più frequenti tra settembre e novembre
  • Norme igieniche: Meglio bere soltanto acqua imbottigliata, limitarsi a mangiare pietanze ben cotte ed evitare molluschi e pesce crudo.

Per maggiori informazioni, riferitevi sempre il sito del Ministero degli affari esteri alla sezione Messico prima di partire.

Ho bisogno di un vaccino per viaggiare in Messico?

Partiamo subito col dire che, a differenza di altre località alla stessa latitudine, non esistono vaccini obbligatori. Tuttavia, ciò non vuol dire che non esista il rischio di contrarre malattie come l’epatite A, l’epatite B, la salmonella e il morbillo. I vaccini contro queste malattie sono consigliatissimi. Inoltre, non sono affatto rari i casi di congiuntivite, soprattutto nello Yucatan e nel Chiapas, e di virus del Nilo.

Prima di partire per il Messico leggi anche il nostro articolo sui vaccini e le precauzioni da adottare in Messico.

Assicurazione viaggio per il Messico: scopri il paese con la serenità di un’assicurazione Heymondo

Per evitare problemi di ogni sorta, vale la pena sottoscrivere un’assicurazione di viaggio per il Messico. Nel Paese la sanità non ha gli standard di qualità europei, pertanto per tutelarsi da incidenti e malattie, è preferibile sottoscrivere un’assicurazione che provveda a pagare una parte o l’intera somma richiesta dagli ospedali messicani. Stipulare un’assicurazione consente di viaggiare sicuri e prevenire qualsiasi imprevisto. Le assicurazioni viaggio Heymondo hanno tutte la copertura covid-19 ed includono spese mediche, assistenza telefonica e rientro e rimpatrio.

Inoltre, contattare l’assistenza con Heymondo è ancora più facile ed economico grazie alla APP gratuita per i clienti che permette di risolvere incidenti e problemi 24h semplicemente con il proprio telefono ed una connessione internet.

Valuta qui le opzioni disponibili e scegli la soluzione migliore!    

Leave a Reply