messico vaccini precauzioni

Vaccini Messico e precauzioni

Il Messico è una destinazione affascinante e un’esperienza unica per tutti gli amanti dei viaggi. È importante, però, viaggiare sempre in sicurezza, seguendo norme di igiene e buon senso.
Viaggiare è stimolante ed emozionante, permette di accrescere la cultura di una persona e arricchirla di esperienze nuove. Quando si decide di viaggiare e ci si reca in una località completamente nuova è importante conoscere regole ed indicazioni che riguardano, ad esempio, i vaccini e la salute generale. È importante, infatti, capire quanti e quali sono i vaccini obbligatori e quelli consigliati e se vi sono particolari accortezze che dobbiamo conoscere per poter godere di un viaggio piacevole ed appagante.
Se la tua scelta di viaggio è ricaduta sul Messico, sappi che si tratta di una località estremamente affascinante. Un luogo che saprà stupire con le sue acque cristalline, le montagne da sogno e le giungle misteriose. Troverai anche una tradizione culinaria di tutto rispetto e resti archeologici di enorme rilievo. Vediamo ora quali sono i consigli per viaggiare in Messico in tutta sicurezza.

Vaccini per il Messico: obbligatori o facoltativi?

Messico Vaccini

Partiamo subito col dire che non esistono ad oggi vaccini obbligatori per recarsi in Messico a differenza di altre località, come l’Africa, che prevede un piano vaccinale obbligatorio.
Fatta questa premessa, va detto che questo non significa che non vi siano rischi reali di contrarre alcune malattie infettive anche molto problematiche, come l’epatite A, l’epatite B o il morbillo.

Quali sono allora le vaccinazioni consigliate per la tua vacanza in Messico?

I vaccini contro epatite A, epatite B, salmonellosi e morbillo sono i prima vaccini sicuramente consigliati per chi decide di recarsi in qualunque località esotica, Messico compreso.
Tra le malattie più pericolose, alle quali va prestata molta attenzione, abbiamo alcuni virus che sono trasmessi tramite il morso di zanzara. Inoltre, in maniera occasionale si sono riscontrati in Messico casi di congiuntivite, specialmente nelle zone del Chiapas e nello Yucatan, e casi di virus del Nilo. In questo caso, potrà esserti utile sentire un parere medico per valutare la possibilità di vaccinarti in base all’area che hai deciso di visitare.
Se hai deciso di recarti in aree rurali o nelle periferie delle grandi città messicane, sappi che esiste il rischio di ammalarti di colera, mentre sulle coste del Pacifico e del Golfo del Messico potresti contrarre la malaria, che viene registrata in modo intermittente in alcune località come, ad esempio, il Chiapas.
Riassumendo, quindi, rispondiamo a queste domande:

Quali sono i vaccini obbligatori per viaggiare in Messico?

Chi decide di partire per il Messico non dovrà sottostare a nessuna profilassi vaccinale poiché non esistono, ad oggi, vaccinazioni obbligatorie.

Quali sono i vaccini raccomandati?

Per intraprendere tranquillamente il tuo viaggio, vi sono delle raccomandazioni e delle vaccinazioni consigliate da poter fare prima di partire, facendoti opportunamente consigliare dal tuo medico generico.
Le vaccinazioni consigliate sono:

  • Epatite A
  • Epatite B
  • Salmonella
  • Morbillo

Cosa fare contro il rischio di colera e malaria

Va detto che in alcune aree del Paese come Yucatan, Chiapas e Tabasco vi sono frequentemente casi di congiuntivite. Mentre il colera è stato registrato nelle zone periferiche e quelle rurali del Paese.
Ciò nonostante, i rischi maggiori provengono da Epatite A, B e salmonella, motivo per cui queste sono le vaccinazioni veramente consigliate.
Con riferimento alla malaria, invece, va detto che in Messico non vi è alcun rischio conclamato di contrarre la malattia, diversamente da altri Paesi come quelli del Sud-est asiatico o Medio Oriente dove il rischio è concreto.
Tuttavia in Messico può essere consigliabile effettuare la medesima profilassi antimalarica per la protezione dalle punture di insetto. Qui, infatti, le zanzare trasmettono il virus della febbre gialla (Zica Virus). Per questo, puoi valutare di seguire in parte la profilassi antimalarica. Questo virus causa dolori articolari, febbre elevata, stanchezza e possibili eruzioni cutanee. Tali sintomi scompaiono in genere in 5-8 giorni e spesso possono essere scambiati con la dengue.

Che altre malattie si riscontrano in Messico?

L’organizzazione mondiale della sanità, ha registrato ancora oggi in Messico casi di influenza aviaria e influenza suina, anche se con un’incidenza ridotta rispetto agli anni scorsi.
Non sono previsti però vaccini per questi due ceppi virali.

Viaggiare in Messico: suggerimenti per la salute

vaccini messico

Prepararsi attentamente al viaggio è una premessa necessaria per godere appieno della tua vacanza. Sarà necessario, infatti, leggere guide, informarsi consultando media e parlare con conoscenti ed amici che hanno intrapreso prima di te un viaggio in Messico. Informarsi in anticipo sulla località che hai deciso di visitare ti tornerà molto utile per evitare spiacevoli inconvenienti. Vediamo, adesso, quali sono gli atteggiamenti da evitare se stai pensando di recarti in Messico.
Innanzitutto, iniziamo col dire che per limitare il più possibile le infezioni da epatite A, epatite B e salmonella si consiglia di seguire questi accorgimenti per preservare la propria salute:

  • Consumare solo pietanze cotte, soprattutto se si tratta di carne o pesce;
  • Evitare i frutti di mare che possono veicolare importanti infezioni come, ad esempio, l’Epatite A;
  • Disinfettare bene la frutta prima di mangiarla, poiché il grado di igiene in Messico non è comparabile al nostro e, inoltre, spesso ci si ritrova a comprare frutta in banchetti per strada, che non sempre rispettano le comuni norme di igiene e sicurezza alimentare;
  • Evitare di bere bevande contenenti ghiaccio. Questo, perché, non potrai essere sicuro della provenienza e affidabilità dell’acqua usata per il ghiaccio;
  • Evitare, quindi, di bere acqua dal rubinetto, poiché non sicura come quella italiana;
  • Bere solo acqua in bottiglia ed accertarsi che sia chiusa ermeticamente.
  • Non bere latte e non mangiare latticini che non siano stati preventivamente pastorizzati. La pastorizzazione ti garantisce la sicurezza dell’alimento, che conserverà comunque tutti i valori nutrizionali.

Oltre a questi consigli legati all’alimentazione, per evitare malattie che circolano in Messico, ti forniamo anche altri consigli riguardanti la salute e la sicurezza in viaggio.

  • Evita di soggiornare in zone interessate da rivolte o manifestazioni che possono sfociare in guerriglie;
  • Non recarti in zone poco frequentate, soprattutto di sera. Informati sui luoghi da visitare presso la tua struttura ricettiva, che saprà aiutarti e metterti in guardi su rischi legati al territorio;
  • Evitare di indossare gioielli o beni di lusso, anche se ti trovi in zone eleganti della capitale messicana;
  • In caso di rapina, ti consigliamo di non reagire e mantenere la calma per evitare il rischio concreto di reazioni particolarmente violente da parte degli abitanti del luogo;
  • Presta massima attenzione quando si utilizzano mezzi di trasporto pubblico. Può essere più conveniente prenotare un taxi. A questo proposito, ti segnaliamo la necessità di rivolgerti sempre a taxi registrati per evitare di incorrere in pericoli e rapine o sequestri.
  • Se decidi di viaggiare in auto, segui sempre strade principali e mai sentieri o strade secondarie e fuori mano. Evita, inoltre, di viaggiare durante le ore serali o notturne.
  • Non guidare mai in stato di ebbrezza, poiché questo è un reato severamente punito dalle autorità locali.

Ti segnaliamo, inoltre, il numero per le emergenze valido su tutto il territorio nazionale che è il 911. Potrai rivolgerti a questo numero in caso di rapine, aggressioni o incidenti di qualsiasi tipo.
Se hai, quindi, deciso di visitare determinate aree del Messico ti consigliamo di recarti dal tuo medico curante prima di intraprendere il viaggio. Contatta il tuo medico non meno di 4-6 settimane prima di intraprendere il viaggio. Durante il colloquio con il medico, egli potrà acquisire tutte le informazioni utili e indicarti i fattori di rischio più importanti per l’area che hai deciso di visitare. Sarà il medico a consigliarti o indicarti le vaccinazioni da fare per la tua particolare storia clinica. Se, invece, hai condizioni patologiche pre-esistenti, ti consigliamo di recarti presso un medico specialista per garantire la tutela della tua salute in viaggio.

Perché è utile stipulare un’assicurazione di viaggio

vaccini messico

Se ti stai chiedendo se vale la pena sottoscrivere un’assicurazione per il tuo viaggio in Messico la risposta è certamente sì. Ti consigliamo caldamente di stipularla poiché in Messico la sanità non segue gli standard europei. Inoltre, incidenti e le malattie che abbiamo citato prima sono all’ordine del giorno. Gli incidenti in Messico si verificano con una certa frequenza, soprattutto in zone come il Chiapas, Jalisco e Tamaulipas.
Stipulare un’assicurazione di viaggio ti permetterà di viaggiare sicuro e prevenire possibili E spiacevoli imprevisti. Le cliniche private si trovano solo nelle grandi città turistiche come Cancun, Città del Messico o Guadalajara. Queste cliniche sono le uniche fornite di attrezzature all’avanguardia e personale preparato per far fronte a ogni tipo di emergenza, ma per poterne usufruire è necessario possedere un’assicurazione che ci permetta di fronteggiare le spese molto alte per la salute.
In genere, le assicurazioni che si trovano sul mercato comprendono, oltre la copertura delle spese mediche in caso di emergenza, anche la traduzione della cartella clinica, assistenza telefonica con un’interprete, rientro in Italia su mezzi sanitari.
Non ti resta che valutare le varie opzioni a tua disposizione!

Bevi solo acqua in bottiglia

In Messico, così come in altri paesi in via di sviluppo, è sempre consigliabile bere acqua o bevande in bottiglia ben sigillata. Questo ti aiuterà a preservare la tua salute ed evitare di contrarre malattie tipiche di queste aree. Da quanto afferma l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), l’80% delle malattie che vengono contratte in viaggio possono essere evitate con un’accurata prevenzione e non entrando in contatto con acqua non potabile.
Se non hai a disposizione acqua in bottiglia, una soluzione potrebbe essere quella di bollire l’acqua per almeno cinque minuti. Il semplice procedimento di bollitura dell’acqua consente di uccidere batteri responsabili delle principali malattie come l’epatite e la salmonella. Eventualmente, potrai decidere di aggiungere soluzioni disinfettanti che si trovano facilmente in commercio.
Fai attenzione anche all’igiene personale. Lavati esclusivamente utilizzando acqua potabile o previa bollitura, poiché potresti incorrere nelle stesse spiacevoli infezioni. Ricordati di lavare spesso le mani e di farlo soprattutto prima di mangiare. Se non dovessi avere a disposizione del sapone, allora ti consigliamo di portare con te dei gel disinfettanti o salviette che ti saranno molto utili quando sei in giro.

Leave a Reply