Cosa vedere in Indonesia

Probabilmente stai prendendo in considerazione la possibilità di fare un viaggio in Indonesia e vuoi avere tutte le informazioni necessarie per affrontarlo al meglio, comprese quelle sull’assicurazione viaggio. Riguardo a quest’ultimo aspetto, ti dico fin da subito che Heymondo è l’assicurazione viaggio che soddisfa tutti i tuoi bisogni: è facile, ti offre una copertura personalizzata alle tue esigenze, ti fornisce un’assistenza h24 e per 365 giorni all’anno, in qualunque posto del mondo ti trovi e puoi tranquillamente goderti il tuo viaggio in Indonesia senza pensare nemmeno all’anticipo per le spese mediche.

Detto questo, andiamo a parlare di tutto ciò che ti serve sapere per organizzare il tuo viaggio in Indonesia.

Il periodo migliore per andare in Indonesia

Trovandosi a cavallo dell’equatore, l’Indonesia può contare su un clima pressoché costante in qualsiasi periodo dell’anno.

Sono soltanto due le stagioni che caratterizzano il clima indonesiano: quella che è considerata alta stagione, tra maggio e settembre, in cui prevale un clima secco, e la bassa stagione, che va da ottobre ad aprile, in cui è presente un clima umido. Pur se in bassa stagione si ha la presenza delle piogge, si può benissimo visitare l’Indonesia. L’unica cosa a cui bisogna prestare un po’ di attenzione sono le zone più distanti dai grandi centri in cui sono presenti strade sterrate che possono risultare difficili da attraversare.

Le temperature si mantengono sempre stabili tra i 22° – 25° (minima) e 30° – 32° (massima) e a causa del sole equatoriale dovresti attrezzarti in modo da non accusare i suoi effetti (colpi di calore, abbassamento di pressione, disidratazione, ecc.), magari limitando escursioni molto impegnative nelle ore più calde.

Considera poi che ci sono zone in cui le due stagioni hanno praticamente differenze minime, come nel Kalimantan, e zone dove questa differenza è più marcata, come nella zona di Nusa Tenggara.

Il pericolo di incontrare nubifragi è più alto nei luoghi in cui sono presenti vulcani e montagne, numerosi in Indonesia, perché le temperature si abbassano sempre di più mentre si sale in quota.

Considera comunque che l’Indonesia, avendo una superficie molto estesa, ha un clima che muta e va da equatoriale a semi-equatoriale al centro-nord, a tropicale più a sud.

Come muoversi in Indonesia

In Indonesia potresti avvertire la sensazione di essere sopraffatto dalla disorganizzazione dei trasporti, dalla lentezza del traffico e dalla sregolatezza di alcuni autisti che sembrano piloti impegnati in gare automobilistiche.

Tuttavia, nonostante questa prima impressione, il servizio di trasporto può considerarsi buono, permettendo numerose possibilità e varietà di mezzi per gli spostamenti, con una velocità di raggiungimento delle destinazioni soddisfacente.

Considerando la vastità e la popolosità della nazione e il fatto che l’Indonesia sia un arcipelago che conta migliaia di isole, i mezzi di trasporto si suddividono in: autobus, traghetti, taxi e auto a noleggio.

Per quanto riguarda gli autobus, si può scegliere tra autobus pubblici o privati.

Quelli pubblici sono consigliati per distanze brevi. Puoi fare il biglietto direttamente a bordo e il mezzo partirà quando sarà completamente pieno.

Quelli privati puoi prenderli per le mete più distanti da raggiungere, sono dotati di comfort come bagno e tv, oltre ad essere molto comodi e in ottime condizioni. Ricorda che è sempre meglio prenotare almeno un giorno prima il biglietto. Puoi farlo nelle numerose biglietterie sparse in giro per la città oppure nelle agenzie.

Altre possibilità di trasporto sono poi i Bero, ovvero quei pickup con apertura posteriore, i minibus e i risciò, a scelta tra risciò a traino bicicletta oppure a motore.

Traghetti e barche sono fondamentali per gli spostamenti, considerando che l’Indonesia conta ben 17 mila isole nel suo arcipelago. Facendo il biglietto al porto, puoi riuscire a spostarti molto comodamente nelle diverse isole. Pelni è la compagnia traghetti nazionale. Esistono anche i Fast Boat che, seppur più costosi, ti permetteranno di raggiungere le isole più velocemente.

I taxi sono presenti ovunque in Indonesia e i prezzi sono accessibilissimi. Nonostante questo, ti conviene sempre contrattare per aggiudicarti un prezzo ancora minore.

Infine, puoi anche scegliere di noleggiare un’auto, tenendo però sempre in considerazione che il traffico, come ti dicevo, è notevole e potresti farti prendere dal nervosismo.

Cosa vedere in Indonesia

Terra dall’incredibile fascino, l’Indonesia conserva tesori di antiche civiltà, è piena di luoghi misteriosi, immersa nella natura selvaggia e caratterizzata dalle sue migliaia di isole con chilometri di spiaggia bianca.

Le sue enormi dimensioni si prestano alla pianificazione di numerosi viaggi, con itinerari diversi ma sempre indimenticabili.

Divisa in 3 regioni, ognuna di queste offre tradizioni, culture e attrazioni dal sapore unico: puoi passeggiare nella giungla, incontrare delle scimmie sul tuo percorso, camminare su spiagge bianche che sembrano infinite o fare un’escursione subacquea.

Di seguito, ti propongo un itinerario da seguire con le principali attrazioni da non perdere!

Giacarta

giacarta indonesia cosa vedere

Capitale dell’Indonesia e situata nell’isola di giava, Giacarta è una megalopoli sul mare che conta più di 10 mila abitanti.

Durante il percorso all’interno della città potrai scorgere moderni grattacieli affiancati a musei con collezioni antiche, strade brulicanti di persone, decine e decine di mercatini. Puoi avventurarti nella sua Chinatown o vivere il suo passato coloniale impresso nei numerosi edifici storici.

Suddivisa in 5 distretti corrispondenti ai 4 punti cardinali più il suo centro, presenta in ognuno di essi delle peculiarità.

Al centro puoi vedere i palazzi governativi, a ovest la vecchia città di dominazione olandese e la frenetica Chinatown, a nord il sobborgo marino e a sud puoi visitare i centri commerciali dallo stile moderno.

Potresti visitare poi il quartiere Kota per andare alla ricerca delle origini più antiche della città.

A Glodok, la Chinatown di Giacarta, passeggerai sotto centinaia di lanterne rosse mentre inali profumi orientali e scegli il tuo ristorante cinese preferito.

A Old Batavia, la parte antica, visiterai i resti della città precedenti alla sua indipendenza. Potresti prendere in considerazione di attraversare il quartiere Kota in bicicletta e fare una sosta in piazza Fatahillah per visitare il museo delle marionette e l’antico municipio, oppure prendere un caffè nello storico Caffè Batavia.

La vita, anche quella notturna, a Giacarta è sempre movimentata e puoi assistere a numerosi eventi, cerimonie tradizionali, vernissage, eventi enogastronomici, spettacoli teatrali.

Discoteche e locali notturni poi soddisferanno la tua voglia di vivere la notte a Giacarta.

A Surabaya Street puoi dedicarti allo shopping in uno dei mercati di Menteng. Troverai tessuti dal fascino orientale, souvenir, dipinti Batik e pupazzi caratteristici giapponesi.

Yogyakarta

Yogyakarta indonesia cosa vedere

Posta nell’isola di Giava, Yogyakarta è considerata il centro della natura e dell’arte in Indonesia. Città dai tratti allegri e divertenti, convive tra la frenesia della vita moderna e il fascino di rituali e tradizioni antichi, insieme al silenzio dei templi.

Il carattere accogliente e amichevole degli abitanti, unito alla bellezza della città, potrebbero farti innamorare di Yogyakarta.

La città è frenetica e caotica, spesso potresti sentirti sopraffatto da tutto questo. Qui i mezzi di trasporto si limitano alle bici-carrozze guidate da esperti driver o a scooter che potresti affittare per girare sull’isola. È consigliabile comunque affidarsi ai drivers che conoscono bene i luoghi e sanno come muoversi nel traffico della città.

Se vuoi allontanarti dal caos, puoi farlo muovendoti in luoghi di pace quali il Palazzo dell’Acqua o il Palazzo Reale. Scoprirai la lentezza della vita presente nelle sue piccole strade, nelle moschee e tra i mercati.

Yogyakarta è poi famosa per le stampe Batik e potrai acquistare qui delle splendide stoffe.

Se poi ami l’archeologia non puoi perderti il più grande tempio hindu di Java, il Prambaran, o quello buddista, Borobudur, entrambi protetti dall’UNESCO.

Gili Meno

gili indonesia cosa vedere

Gili Meno fa parte delle tre isole sorelle ed essendo nota per essere la più tranquilla è anche conosciuta come “l’isola della luna di miele”.

È la meta preferita dalle coppie. Qui hai modo di spostarti solo a piedi, al massimo puoi affittare un cavallo o una bici. Non troverai automobili né strade asfaltate e avrai un contatto stretto con la natura, soprattutto con il mare. Ti potrai rilassare facendo lunghe passeggiate sulle spiagge, mangiando dell’ottimo pesce e facendo snorkeling.

Gili Air

Anche qui, ciò che puoi maggiormente vivere è il relax del mare, soprattutto sulla spiaggia di Scallywags Beach. Una distesa di acqua trasparente e limpida, a dimostrazione della natura incontaminata del luogo.

Gili Trawangan

È l’ultima, ma non per importanza, delle tre isole sorelle. Si caratterizza per la sua atmosfera sempre vivace e per la sua gente amichevole ed è la meta preferita dai backpackers che trascorrono qui le loro giornate tra una surfata e un’altra.

È l’isola perfetta per chi ama divertirsi e far festa e le attività sono prevalentemente acquatiche, come le immersioni e lo snorktelink.

Sumatra

La terza isola indonesiana in ordine di grandezza, la più panoramica e affascinante, abitata ancora dal suo popolo indigeno. È anche una delle meno conosciute ma le sue caratteristiche la rendono unica e potresti avere voglia di visitarla, dopo averle conosciute. L’isola è molto nota per i suoi vulcani, spesso in eruzione, ma anche per le giungle e per una razza di oranghi che sono in via di estinzione. Questi oranghi abitano nella foresta pluviale di Sumatra Nord, pesano circa 90 kg e sono le più grandi scimmie arboricole del mondo.

Se vuoi scoprire il fascino dell’indigeno puoi visitare il lago Toba, presso il quale abitano i Batak Toba (o semplicemente Batak) che parlano una propria lingua e hanno sviluppato un proprio stile architettonico, evidente soprattutto nelle loro case dal tetto appuntito.

Accanto al lago sorge Samosim Island, dai paesaggi incantevoli, meta richiesta da molti turisti.

Bali

bali indonesia

Una delle isole più visitate grazie alle numerose attrazioni e ai tantissimi luoghi da visitare.

La cultura indù si manifesta qui nella sua massima spiritualità. I campi di riso e la costa incantevole completano un percorso amato da molti. Risaie e cascate possono essere esplorate partendo dalla città di Ubud in cui è anche presente la Foresta delle scimmie.

A Kuta puoi trovare famosi locali notturni dove divertirti in quella che è una delle città più popolari di Bali.

Se ti interessa lo shopping, visita Seminyak, in cui sono presenti numerosi negozi, anche di lusso.

Se invece ami la tranquillità, Canggu è la scelta giusta per te. Qui troverai il famoso Tempio di Tanah Lot e potrai sorseggiare il caffè in una delle numerose caffetterie presenti.

Una delle sue caratteristiche sono le spiagge nere, frequentate soprattutto dai surfisti.

Lombok

lombok indonesia cosa vedere

L’isola per chi ama l’avventura, ricca di cascate e risaie. Qui potrai scegliere tra numerosi percorsi escursionistici offerti e potrai rimanere incantato dalla bellezza dei tramonti visti dalla spiaggia di Bumbang Beach.

Parco Nazionale di Komodo

Il parco Nazionale di Komodo si trova a Labuan Bajo ed è il luogo ideale per chi ama le immersioni subacquee. Il parco è un’area nazionale protetta e include le 3 isole di Padar, Rica e Komodo. È famoso per la sua biodiversità marina comprendente squali balena, piovre dalle ventose blu, mante giganti e tante altre specie.

Isole Nusa

Si tratta di 3 isole tropicali incantevoli, tra le mete preferite di tutta l’Indonesia.

Le isole sono: Nusa Penida, la più grande, in cui è presente la Grotta di Pura Goa Giri Putri scavata in una montagna, in cui ti puoi trovare ad assistere a momenti di preghiera del popolo locale. Altre attrazioni da visitare sono le Cascate di Peguyangan e la spiaggia di Kelingking.

Nusa Lembongan è l’isola ideale per chi vuole rilassarsi e fare surf, mentre Nusa Cenigan, attraversabile solo grazie a un ponticello stretto, ospita Blue Lagoon, una cala dall’acqua cristallina e pulita.

Raja Ampat

Anche qui, ciò che caratterizza l’isola sono il mare dall’acqua decisamente limpida e chiara e la bellezza dei paesaggi che tolgono il fiato.

Flores

Si trova in Labuan Bajo, è caratterizzata da una natura incontaminata, con piccoli villaggi abitati da una popolazione profondamente animista.

La zona è particolare per la presenza di numerose chiese cattoliche innalzate da una forte maggioranza di credenti di fede cattolica.

Sull’isola sono anche presenti molti missionari gestiti dalla Chiesa che aiutano le popolazioni locali.

L’architettura del luogo presenta capanne a forma conica in cui vivono i pochi abitanti del luogo.

Una delle attività più scelte a Flores è il trekking attraverso le foreste del villaggio dove, se si è fortunati, si può assistere e prendere parte alle cerimonie del villaggio oppure dormire in una capanna, ospiti della gente del luogo.

Sulawesi

Isola dal mare con acque calde e con abissi strepitosi e colorati. La sua spiaggia di Kurenai è una delle più belle dell’Indonesia ma non è da perdere nemmeno l’escursione in pianura a Tana Toraja, la sua gente ti trascinerà piacevolmente nelle sue tradizioni, facendoti amare la cultura locale.

Adesso che conosci i luoghi più affascinanti e avventurosi dell’Indonesia, non ti resta che scegliere il percorso adatto a te!

Leave a Reply